Case, Castelli, Ville e Dimore...

 

Dal castello dell' anno mille alla baracca sul fiume... Passando dalle vecchie case con annessa fabbrichetta, alle innumerevoli case di campagna, abbandonate a sestesse in anni dove era piu conveniente ricostruire che rimodernare....

Nello splendido borgo medievale di Brisighella
 

... Unendo le mie due più grandi passioni, la moto e la fotografia, sono capitato in questa casetta d'altri tempi, a pochi passi dalla torre dell'orologio e antistante il vecchio frantoio.

I proprietari hanno deciso forse di trasferirsi in un più comodo appartamento, magari in città, o magari più probabilmente dopo la morte dei non più arzilli vecchietti nessuno si è più curato delle sue sorti...

All'interno non si trova molto, ma ancora ci sono le caratteristiche damigiane di vino, purtroppo vuote oggi, ma che un tempo hanno visto passare litri e litri di ottimo vino casereccio... un pò come la gola di colui che scrive... :-)

 

A due passi dalla foce del bevano...
 

Nel mezzo della pineta di Lido di Classe,    un antico cancello protegge un lungo viale d'accesso, dove nascosto alla vista si cela un grande edificio, una vecchia casa/azienda, con annessi diversi capannoni e strutture. Attraversando a piedi la riserva naturale del bevano, si arriva in questo posto dimenticato , anche se non del tutto, che un tempo dominava le sorti del territorio...

Difficile dire cosa fosse stato, anche se dalle molte carte e documenti ritrovati nell' ufficio si deduce fosse sede di una grossa immobiliare... anche se in realtà quello che lo circonda rivela ben altro...

Infatti, da un signore della zona entriamo in possesso di interessanti informazioni...

Il Mio Castello...
 

Sono più di 20 anni che lo considero "Il mio Castello", conscio del fatto che in altri 100 lo considerino tale...

Avevo solo 14 anni quando durante i primi giri in scooter, il mio vecchio Aprilia SR Europe gioiello della tecnologia di quei tempi, scendevo insieme al mio amico Manuel a motore spento, lanciandoci in pazze gare giù dalla collina sormontata da quell'antico castello, con il divieto assoluto di toccare il freno...

Poi meta fissa dei miei "buchi" a scuola, dove dalla torre più alta rimanevo a contemplare il mare e le colline, da lassù mi sentivo il re del mondo, come Di Caprio sul Titanic, potevo ammirare da Bertinoro a San Marino, Cesena, Forlì, Cesenatico, Rimini, insomma dal mio castello dominavo tutta La Romagna...

Nel corso degli anni ha cambiato la proprietà, con progetti su progetti per il restauro e il recupero, qualcosa è stato anche fatto, ma il lavoro più degno di nota è stato murare la già difficile via d'accesso... anche se, cercando bene e trasformandosi in Indiana Jones, un' entrata la si trova comunque...

 

La casa sotto al tornante....
 

Lungo la statale Adriatico, all'altezza di Lido di Classe, questa tetra casa circondata da una quasi impenetrabile vegetazione, mi chiamava da lungo tempo... catturava il mio sguardo e sembrava lanciarmi un sinistro richiamo... Continuavo a chiedermi che cosa nascondesse al suo interno....

Così un pittoresco giorno di settembre ho deciso di rispondere al suo richiamo e sono entrato....

Ogni volta che entro in uno di questi luoghi non so mai cosa aspettarmi, chi o cosa possa attendermi tra quelle diroccate mura....

Anche questa volta comunque mi è andata bene... a parte i classici segni di una passata presenza abusiva non nasconde nulla, a parte le antiche emozioni degli antichi occupanti....

Degno di nota il murales dei sette nani... perfettamente conservato, pregno di ricordi felici di un' infanzia passata...

L'antica Dimora di una nobiltà d'altri tempi...
 

Le campagne faentine nascondono questo prezioso gioiello in decadimento, uno di quelli che non dovrebbero esistere, eppure...

Eppure esiste eccome, e non è nulla in confronto ai Castelli di nobili Belgi o Francesi o di altri paesi di cui si vedono le foto su internet (con mia profondissima invidia aggiungerei...)

Si vede che per qualche motivo queste antiche tenute, da cui un tempo partivano i vari nobili per controllare le proprie sconfinate terre, non servono più, troppe spese, troppe tasse... e in effetti rabbrividisco solo a pensare cosa paghi di IMU seconda casa....!!! 

No, meglio lasciarci un qualche contadino a tagliare ogni tanto il prato, e metterla in balia di chi la trovi, e purtroppo raramente sono solo fotografi curiosi....

 

Da quì è partito tutto...
 

...L'interesse, la curiosità, la voglia di scoprire, ricercare ed avventurarsi al di là di quei cancelli con grossi lucchetti arrugginiti, di quelle reti fatiscenti, di quelle mura di cinta che cadono a pezzi... Grazie a un amica e preziosa collaboratrice ho avuto il contatto con la propietaria di questa storica casa.....e da lì è cominciata "la voglia di abbandono"...

Prima location di 17 (ad oggi 16 febbraio 2015) con però una lunghissima scaletta già più o meno programmata di posti da visitare, "Villa Salemi" è stata sicuramente un ottimo punto di partenza. Basta guardarsi intorno, ovunque è pieno di vecchie case, ospedali, fabbriche e quant'altro, basta solo avere tempo e tanta passione, perchè mentre la gente normale gira per centri commerciali e villaggi della salute, noi, il popolo dell'abbandono lasciamo giacche e tacchi nell'armadio, ci infiliamo in comode tute e scarponi e, dopo lunghe ricerche in rete o semplicemente dopo aver addocchiato una preda, partiamo alla scoperta di questi non luoghi, per documentare e raccontare con la ognuno con la propria visione artistica, questi posti dimenticati...

La Casa Cantoniera...
 

...Una Delle tante....

Mi sono sempre chiesto a cosa servissero e chi ci abitasse...

Disseminate lungo le nostre strade statali da sempre ma il loro uso è sconosciuto a molti...

Ce ne sono tante in giro, abbandonate o in disuso ma ben chiuse, probabilmente ridotte a deposito, potrei aprire un'altra pagina ma gli interni sono deludenti, spicca solo perchè sono un pezzo della nostra viabilità nella storia... e comunque durante una visita a Premilcuore era di strada e quindi... perchè non fermarsi???

Villa Luzzi...
 

...Settembre 2015....

Una meravigliosa scoperta casuale questo splendido (una volta) castello liberty, costruito tra l'800 e il 900, riconducibile alla prestigiosa Famiglia Demidof, e poi riconvertito in ospedale. E' stata una grande emozione cercare un modo per entrare e scoprire poi che non era affatto difficile anzi.. ancora una volta e' stato scontato... Deludente non poco pero' l'interno, messo veramente male e da far piangere il cuore vederlo pieno di immondizia abbandonata..

Abbiamo poi scoperto essere un ex ospedale trasformato in rifugio di prima accoglienza per le "RISORSE" che hanno certamente saputo prendersi cura di questo prestigioso immobile... Del complesso fa parte anche una cappella (OVVIO L'HO SCOPERTO UNA VOLTA TORNATO A CASA :-( ) e un edificio principale, ancora abitato al tempo della nostra esplorazione...

  • Facebook Classic
  • Logo sito.png
  • Google+ Social Icon
  • Twitter Classic
  • Icono de la aplicación Instagram
  • Pinterest Classic
  • YouTube Classic

Decdence Il Sito dei Luoghi dimenticati © 2015 by Alessandro Bugani e M.M.

L'intero contenuto del sito è coperto da copyright. Tutto ciò che non è diversamente specificato è proprietà di Alessandro Bugani. E' vietata la riproduzione, anche parziale,     di immagini, testi o contenuti senza autorizzazione.

Gli abusi saranno perseguiti a norma di legge

Per informazioni riguardanti l'utilizzo commerciale o personale delle immagini, contattare l'autore.