Ex Fabbriche

 

I colossi d'acciaio e cemento, quelli del posto sicuro, quelli che "prima che chiuda una fabbrica così...", quelli della grande rinascita italiana, la rivoluzione industriale, le esportazioni, l'inquinamento di cui però ancora nessuno si preoccupava, quelli della cassa integrazione, la riduzione del personale.... quelli che poi, per le troppe tasse, i malaffari, le gestioni sbagliate

o tanti altri maledetti motivi hanno chiuso, per non riaprire mai più....

La grande fabbrica di ceramiche
 

Passando in moto dalla strada che circonda le valli di Comacchio, un enorme fabbrica attira la nostra attenzione... era un fuori programma, ma non possiamo non fermarci...

Solito iter, parcheggiamo, ci guardiamo intorno, troviamo un varco nella rete ed entriamo... Quello che ci si presenta davanti è una megafabbrica, capannoni, uffici, piazzali, migliaia di metri quadrati lasciati a sestessi....

All'interno troviamo ancora i resti di quella che era l'attività dell'azienda, produttrice di ceramiche.... In un ufficio, probabilmente capo spedizioniere ci sono ancora calendari e vecchie foto della squadra di calcio sponsorizzata dall'azienda, documenti fiscali e bolle di trasporto...

 

Ex Aeronautica Caproni
 

Predappio... negli anni d'oro.... 

Quante volte sono passato davanti a questa fabbrica per andarmi a mangiare un bel bruschettone a Predappio Alta.... 

Ricordo che ai tempi di The Blair Wich Project avevo appena comprato la mia prima telecamera e volevo girarne un remake proprio lì.... e in effetti di notte ha il suo perchè... Io però di guai ne ho già abbastanza quindi ho scelto un bel giorno di sole per andarci.... Con la mia fidata assistente abbiamo varcato le recinzioni e come sempre abbiamo trovato una "porticina aperta"... come tanti lasciano....

Dentro resti di una fungaia, deposito di mobili vecchi e rovine, usata come deposito di oggetti che nessuno vuole più, lasciati appunto in un posto carico di tanta storia ma che nessuno si volta più a guardare e che ormai i rampicanti hanno coperto, proprio come la polvere e il tempo hanno coperto la sua memoria...

 

Ex Zuccherificio Eridania

 

Io mi sono trasferito da Imola a Forlì nel 1990, proprio a pochi passi da quella enorme fabbrica del secolo scorso, ho pensato tante volte di andare a dare un occhiata ma gli occupanti mi hanno sempre scoraggiato...

Ne è valsa la pena comunque, davvero suggestiva, enorme, antica, spettrale, la vegetazione se ne è impadronita e la nasconde dalle trafficate strade cittadine...

All'interno non è rimasto nulla ovviamente a documentare le sue precedenti attività, solo siringhe, immondizia e graffiti, fortunatamente questi ultimi danno un tocco d'arte che risolleva l'ambiente...

Poche traccie di una recente occupazione comunque, anche grazie agli sgomeri delle "forze dell'ordine"... Splendidi scenari però visti da dietro l'obiettivo....

E allora.... Scattare!!!

 

Ex Zuccherificio Sfir

 

Ci sono ancora le ore segnate su un calendario.... era il 2006...

Accanto al piazzale vuoto spicca un silos che probabilmente è la versione di Forlimpopoli della Muraglia Cinese e si vede dalla luna... o almeno si vede da Bertinoro....

Ma funziona ancora, nella fabbrica accanto forse parte della Sfir un tempo, c'è ancora movimento....

Quando lavoravo alla Bofrost a volte andavo a fare un pisolino nel camion, proprio nel piazzale che d'estate ospitava decine di camion di barbabietole.... e non potevo non andare a fare qualche scatto....

Non rimane molto ma fanno impressione i bancali di zucchero pronti e mai spediti e i vecchi pc lasciati li e usati come sfogo dai soliti ignoti (o idioti)...

Il grande capannone è anche usato come deposito dal comune probabilemente, visto che si trovano anche resti della passata festa Artusiana....

Ex Fornace di Campotto

 

 

 Aprile 2015...

Ci siamo passati davanti di ritorno da Aguscello e dalla Caserma, così abbiamo dedicato un'oretta a questa vecchia fabbrica.

Non che ci sia molto da dire in realtà, solo rifiuti di vario genere fanno da contorno alle vecchie mura, un vecchio ducato, una macchina da cucire, delle damigiane... insomma, la discarica del paese...

Sicuro che non avrei trovato nulla nel web mi sono fermato a prendere un caffè al bar del paese e il vecchietto di turno mi ha raccontato quel poco che c'è da sapere...
 

Sipe-Nobel Signa

 

Settembre 2015...

La Fabbrica di esplosivi Nobel...

Uno di quei posti che sognavamo agli inizi e che sembrava così lontano... quando ti avvicini all'urbex non penseresti mai di fare centinaia di km per vedere dei ruderi, e invece... Prima tappa del primo weekend fuori porta di Decadence. Centinaia di Edifici sommersi dalla fitta vegetazione, un non luogo ricco di emozioni così forti che ancora oggi, dopo quasi 2 anni, riesco a sentire... Scenario surreale, sembra una di quelle trasmissioni fatte a computer, "La terra dopo l'uomo". Entrando a piedi dal cancello originale, e percorrendo la strada che conduce al centro del "paese" il silenzio è disarmante, le vibrazioni sono buone, l'aria è leggera.. ci addentriamo nel fitto della vegetazione e cominciamo a scoprire i più di 100 edifici che giacciono lì da oltre 60 anni...
 

  • Facebook Classic
  • Logo sito.png
  • Google+ Social Icon
  • Twitter Classic
  • Icono de la aplicación Instagram
  • Pinterest Classic
  • YouTube Classic

Decdence Il Sito dei Luoghi dimenticati © 2015 by Alessandro Bugani e M.M.

L'intero contenuto del sito è coperto da copyright. Tutto ciò che non è diversamente specificato è proprietà di Alessandro Bugani. E' vietata la riproduzione, anche parziale,     di immagini, testi o contenuti senza autorizzazione.

Gli abusi saranno perseguiti a norma di legge

Per informazioni riguardanti l'utilizzo commerciale o personale delle immagini, contattare l'autore.