Poveglia

L'isola del Male...

 

L'isola maledetta... Da centro florido, sia dal punto di vista economico, sia demografico, passò a lazzaretto, durante le pesti del '500, '600 e '700. Si dice che l'isola si sia ampliata con le ossa delle migliaia di persone portate a morire in quelle terre...

Poi divenne Ospedale psichiatrico, all'inizio, quando la medicina non era una cura, ma una sperimentazione su povere cavie... e anche in quegli anni gravi fatti di sangue trovarono complimento a Poveglia...

Non so quanti di voi non conoscano l'isola maledetta e le sue storie, ma era per me una delle mete più ambite da quando ho volto lo sguardo all'"urbex". Finalmente, dopo una certosina organizzazzione sono salpato verso l'isola...

E' proprio il caso di dire Salpato visto che per raggiungerla abbiamo noleggiato una barca e dopo circa 40 minuti siamo scesi sul molo di Poveglia... Un'avventura che ricorderemo...

Io non sono ne credente ne miscredente, tendenzialmente mi faccio i cazzi miei... A volte posso avere qualche sensazione ma la stragrande maggioranza delle volte vado, fotografo e torno... ma a Poveglia... a Poveglia ho avuto un bel senso di pesantezza, non parlerò di fantasmi o leggende, non in questa fase almeno, ma è davvero uno dei posti più drammatici e scenici che abbia mai visitato....

Andateci.... 

Poveglia, un po' di storie e approfondimenti...

DA https://www.travel365.it/fantasmi-isola-maledetta-poveglia.htm

 

La piccola isola italiana di Poveglia si trova a sud di Venezia, e per secoli è stato un rifugio, un luogo di esilio e una discarica per malati morenti o defunti.

La sua storia inizia nel 421, quando Poveglia accolse i suoi primi abitanti. 

Migliaia di persone sono state bruciate e sepolte in questo luogo, in seguito alla peste nera.

Per questa ragione si vocifera che il terreno sia costituito per il 50% di ceneri umane.

 

Nel 1922 l'isola divenne sede di un ospedale psichiatrico completo di un grande e molto suggestivo campanile. I pazienti di questo ospedale immediatamente cominciarono a segnalare la visione di fantasmi. 

La leggenda vuole nel 1930 un medico era solito eseguire in questa struttura strani esperimenti sui pazienti. In seguito ad un macabro esperimento il medico impazzì e si gettò dalla torre del manicomio. La gente del posto afferma ancora di sentire i suoi rintocchi che risuonano nell' isola solitaria, anche se la campana della torre è stata rimossa una decina di anni fa.

 

Oggi poveglia è considerato uno dei posti più spaventosi del mondo.

 

Anche il programma televisivo Ghost Adventures, che si occupa di paranormale, si è domandato se Poveglia fosse un'isola infestata di fantasmi.

 

DA https://fantasmitalia.it/poveglia/

 

Poveglia, l’isola dei fantasmi

 

Nel 1700, all’epoca della “morte nera” essa divenne un lazzaretto. La peste colpì duramente l’Europa e a Venezia, al fine di evitare la diffusione della malattia il magistrato della sanità dispose che tutti i corpi sarebbero dovuti essere condotti sull’isola di Poveglia per essere bruciati e sepolti in fosse comuni. Successivamente, il provvedimento si estese drammaticamente ai contagiati: Poveglia divenne l’isola della quarantena, dove individui ancora coscienti, a volte non ancora contaminati, venivano condotti a morire lontano da Venezia. Uomini, donne e bambini morirono lentamente, consumati dalla malattia. La testimonianza di questo strazio si trova nel terreno di Poveglia stessa, dove sotto placidi vigneti, vengono ancora oggi rinvenuti migliaia di corpi.

Poveglia, manicomio

Nel corso degli anni intorno all’isola e ai sui suoi morti nacquero tante leggende, tutte legate a una sorta di essenza malevola di cui essa era ormai permea, radicata fin sotto terra. Ma la storia degli orrori non si era ancora conclusa: nel 1922 a Poveglia venne eretto uno strano edificio la cui funzione è ancora oggi dibattuta; qualcuno è arrivato perfino a negarne l’esistenza. 

Il manicomio venne poi smantellato nel 1946, ma gli anni in cui esso fu attivo furono i più ricchi di avvenimenti e avvistamenti inquietanti. 

Fa riflettere il fatto che negli archivi veneti il manicomio di Poveglia venga spacciato come una casa di riposo per anziani, come se la verità sul suo utilizzo di ospedale per malati di mente fosse da custodire segretamente.

L’abbandono del manicomio segna anche la fine della storia “ufficiale” dell’isola. Da allora essa è disabitata e i pochi visitatori che nel corso degli anni hanno deciso di esplorarla sono tornati indietro con testimonianze raggelanti. 

Come arrivare a Poveglia

L’isola, essendo piena di ruderi, è chiusa al pubblico ed è quasi impossibile riuscire ad accedervi. 

 

 

Se invece volete qualche info più "storica" c'è sempre il buon vecchio WIKI https://it.wikipedia.org/wiki/Poveglia